Andrea Gallo

Nato a Pescara, all’età di sette anni si avvicina alla musica con lo studio del pianoforte conseguendo brillantemente il compimento inferiore. In seguito inizia lo studio dell’oboe nella classe di  E. Mutalipassi e si diploma presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara con il massimo dei voti. Negli stessi anni consegue la maturità classica presso il Liceo Classico “G. D’Annunzio” di Pescara e si iscrive alla facoltà di Musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia musicale di Cremona. Dopo alcuni anni si vedrà costretto a sospendere momentaneamente gli studi universitari per lasciare spazio alla carriera di musicista e al perfezionamento strumentale, tuttavia ben presto riaprirà i libri trovandosi ad oggi ormai prossimo alla laurea magistrale in musicologia presso il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Pavia.

Approfondisce lo studio dell’oboe frequentando Masterclass di perfezionamento tenute da Francesco Di Rosa, Luca Vignali, Thomas Indermhule, François Leleux, Nora Cismondi.  Dal 2001 al 2004 è allievo del M° Thomas Indermhule nei Corsi di Perfezionamento Triennali presso la Scuola di Musica di Fiesole. Contemporaneamente porta avanti la sua preparazione orchestrale partecipando al Corso per Professori d’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e al Corso per Professori d’orchestra  della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Nel 2002 è idoneo come allievo dell’Accademia d’Arti e Mestieri dello Spettacolo del Teatro alla Scala di Milano dove si perfeziona con il M° Francesco Di Rosa.


Attività Concertistica

Risulta finalista nei seguenti concorsi internazionali per il ruolo di primo oboe: Swedish Radio Symphony Orchestra, Goteborg Symphoniker, Aahrus Symphony Orchestra, Bergen Philharmonic, Noord Nederlands Orchestra. Nel giugno del 2007 vince il concorso internazionale per il ruolo di Principal Oboe della Latvian National Symphony Orchestra che ricopre stabilmente fino al 2010. Negli anni trascorsi all’estero ha modo di esibirsi frequentemente come solista. Nel dicembre 2007 debutta con la Latvian National Symphony Orchestra eseguendo il concerto di J.S. Bach in re minore per oboe archi e basso continuo in diretta radiofonica nazionale e svolgendo una tournée in diverse località della Lettonia. Nel 2008 in occasione del Baltic Sea Festival esegue il concerto di A. Marcello per oboe archi e basso continuo. Nel novembre dello stesso anno esegue con la Vidzemes Kamerorchestris i concerti per oboe di Vivaldi in Fa Maggiore RV 455 ed in Re minore RV 454. Con la Latvian National Symphony Orchestra ha modo di affrontare buona parte del repertorio sinfonico e realizzare diverse tournée in Europa ed in Giappone.

In Italia, dal 2008 ha collaborato regolarmente per alcuni anni come primo oboe con la Filarmonica Toscanini di Parma e l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano in seguito alle idoneità conseguite. Ha inoltre ricoperto lo stesso ruolo presso il Teatro Lirico di Cagliari, nell’Orchestra Filarmonica di Torino, nell’Orchestra Filarmonica Rossini di Pesaro, nell’Orchestra da Camera Italiana di Accardo, nell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, nell’Orchestra Sinfonica di Pistoia, nei Musici Aurei, nel Colibrì Ensemble, nell’Orchestra Sinfonica Abruzzese.

Sin dal 2004 ha fatto inoltre parte dell’organico dell’Orchestra Symphonica Toscanini il cui direttore musicale è stato il M° Lorin Maazel. Nel Gennaio 2007 ha partecipato alla tournée che l’orchestra ha realizzato negli Stati Uniti in occasione del 50° anniversario della morte del maestro Toscanini durante la quale ha avuto l’onore di suonare presso la Avery Fisher Hall di New York insieme alla New York Philharmonic Orchestra.

Ha avuto modo anche di collaborare con diversi enti lirici e sinfonici tra cui l’orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestre National De France,  l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Ha suonato sotto la guida di prestigiosi direttori quali Georges Prêtre, Lorin Maazel, Jeffrey Tate, Yuri Temirkanoff, Antonio Pappano, Andris Nelson, Donato Renzetti, Mstislav Rostropovich, Roberto Abbado, Piero Bellugi, e alla presenza di solisti di fama come  Mario Brunello, Alexander Lonquich, Enrico Dindo, Sergej Krylov, Mischa Maisky,  Gidon Kremer, Massimo Quarta, Salvatore Accardo, Elina Garanca, Anna Netrebko ed altri.

Nel corso della sua attività concertistica ha avuto modo di esibirsi in Italia, Germania, Francia, Spagna, Belgio, Russia, Stati Uniti, Giappone, Brasile, Argentina, Estonia, Lettonia suonando in prestigiose sale da concerto quali la Avery Fisher Hall di New York, l’Opéra de Paris, Teatro alla Scala, la Chicago Symphony Hall,  la Philharmonie di Berlino, la Tokyo Suntory Hall, la Munchen Herkulesaal, la Great Hall of the Moscow Conservatory, la Berwaldhallen Concert Hall di Stoccolma, la Bela Bartok National Concert Hall in Budapest, l’Auditorio National de musica di Madrid, l’Auditorio de Barcelona, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Teatro degli Arcimboldi di Milano, il Lingotto di Torino ed in vari altri teatri italiani.


Progetti discografici

Ha inciso per diverse case discografiche tra cui Harmonia Mundi, Radio France, Velut Luna ed Eloquentia; con quest’ultima etichetta il disco dei Kindertotenlieder di Mahler con Sara Mingardo e i Musici Aurei ha vinto Premio della Académie du disque lyrique come miglior CD di Lieder dell’anno in Francia. Con questa formazione si è esibito nella Sala dei Notari di Perugia e in diverse altre stagioni concertistiche tra le quali spicca quella degli Amici della Musica di Firenze. Nel 2018 è uscito per la Odradek Records l’ultimo progetto discografico dedicato a Schuman e Burgmuller con Alexander Lonquich e il Colibrì Ensemble .

 

 frecciaINDIETRO