L’ORCHESTRA D’ARCHI

Auditorium Flaiano – ore 19

L’ORCHESTRA D’ARCHI

CIAIKOVSKIJ, GRIEG, SIBELIUS

Colibrì Ensemble
Orchestra da Camera di Pescara

Programma

J. Sibelius
Andante Festivo

E. Grieg
Holberg Suite op. 40

P.I. Ciaikovskij
Serenata per archi op. 48

Gli archi sono la base su cui poggia l’intera orchestra. Le loro voci racchiudono un’ampia estensione musicale, dai suoni piu acuti ai più gravi. I loro timbri si mescolano magnificamente evocando con un solo accordo emozioni incredibili. Senza accorgercene siamo abituati a sentirli ogni giorno in qualunque colonna sonora, pubblicità, canzone e se ci viene la pelle d’oca in un film, è probabile che un’orchestra d’archi stia suonando. In questo concerto gli archi del Colibrì affronteranno alcuni capisaldi del repertorio per questa formazione, melodie che sicuramente avrete avuto modo di ascoltare come il valzer della serenata di Ciaikovskij o il preludio della Holberg Suite.
Ciaikovskij scriveva a Nadezda von Meck mecenate, sua protettrice e confidente epistolare: «Ho composto la Serenata per un impulso interiore e in essa ho riversato in abbondanza sentimenti fervidi e mi auguro che sia artisticamente valida. […] in quegli episodi musicali che mi sgorgano direttamente dal cuore, là dove sono travolto dall’ispirazione, penso soltanto a lei, nell’intima convinzione che non esista nessuno capace di comprendermi meglio.»
La suite di Grieg vuole essere un omaggio allo scrittore e uomo di teatro Ludvig Holberg, un insieme di danze scritte in un uno stile settecentesco, il cui titolo originale è “Dai tempi di Holberg” quasi a rievocare il clima storico dell’epoca dell’attore. Scritta inizialmente per pianoforte, venne poi trascritta da Grieg stesso che in una lettera ad un amico, raccontando di aver completato il lavoro, aggiunse: “suona piuttosto bene”.

Colibrì Ensemble
Orchestra da Camera di Pescara

Programma

J. Sibelius
Andante Festivo

E. Grieg
Holberg Suite op. 40

P.I. Ciaikovskij
Serenata per archi op. 48

Gli archi sono la base su cui poggia l’intera orchestra. Le loro voci racchiudono un’ampia estensione musicale, dai suoni piu acuti ai più gravi. I loro timbri si mescolano magnificamente evocando con un solo accordo emozioni incredibili. Senza accorgercene siamo abituati a sentirli ogni giorno in qualunque colonna sonora, pubblicità, canzone e se ci viene la pelle d’oca in un film, è probabile che un’orchestra d’archi stia suonando. In questo concerto gli archi del Colibrì affronteranno alcuni capisaldi del repertorio per questa formazione, melodie che sicuramente avrete avuto modo di ascoltare come il valzer della serenata di Ciaikovskij o il preludio della Holberg Suite.
Ciaikovskij scriveva a Nadezda von Meck mecenate, sua protettrice e confidente epistolare: «Ho composto la Serenata per un impulso interiore e in essa ho riversato in abbondanza sentimenti fervidi e mi auguro che sia artisticamente valida. […] in quegli episodi musicali che mi sgorgano direttamente dal cuore, là dove sono travolto dall’ispirazione, penso soltanto a lei, nell’intima convinzione che non esista nessuno capace di comprendermi meglio.»
La suite di Grieg vuole essere un omaggio allo scrittore e uomo di teatro Ludvig Holberg, un insieme di danze scritte in un uno stile settecentesco, il cui titolo originale è “Dai tempi di Holberg” quasi a rievocare il clima storico dell’epoca dell’attore. Scritta inizialmente per pianoforte, venne poi trascritta da Grieg stesso che in una lettera ad un amico, raccontando di aver completato il lavoro, aggiunse: “suona piuttosto bene”.

BIGLIETTERIA
Biglietto intero 20 € | Biglietto ridotto 15 € | Ingresso gratuito under 14